Segnali positivi dal mercato immobiliare in Puglia

0

immobiliaremercatopositivoAnche nel penultimo quadrimestre del 2014 il mercato immobiliare della Puglia prosegue con un trend positivo, soprattutto grazie alla crescita del volume di mutui erogati, che fanno posizionare la regione al settimo posto, rispetto alla classifica delle varie regioni italiane. A livello di province solo Lecce e Barletta-Andria-Trani mantengono un segno negativo, che tuttavia riduce la propria corsa: ci si ferma ad una contrazione di poco superiore al 2,8% per Lecce e superiore al 4,5% per l’altra zona.

Tutte le altre province hanno imboccato un trend in salita, che dopo una serie continua di risultati in crescita, fa ben sperare su un reale cambiamento di tendenza, anche se ancora una volta a trainare il mercato dei finanziamenti destinati agli immobili, sono i mutui di surroga, grazie sia all’abbassamento dei tassi che all’allentamento dell’espansione degli spread operati da alcune banche, come nel caso de il mutuo arancio e di altre banche prevalentemente online.

Per quanto riguarda le altre province, quella che ha brillato di più per volume di mutui erogati, è stata Taranto con oltre l’85%, seguita da: Foggia con oltre un +65% e poi Bari con un +25% ed infine brindisi con un poco più del 9%. Gettando un occhio sull’andamento del mercato immobiliare di Foggia si constata una lieve riduzione ancora del prezzo al metro quadrato, che sostiene comunque una crescita del numero delle compravendite: a dicembre del 2014 il prezzo al metro quadrato medio è stato pari a 1.483 euro, con un calo del 10% circa su base annua.

Di contro il mercato degli affitti, pur mostrando un andamento schizofrenico, compressivamente sta proseguendo in una crescita, rivitalizzando anche il mercato delle seconde case a scopo di investimento, a sua volta aiutato nelle zone turistiche, dal persistente ingresso di acquirenti stranieri che scelgono le coste pugliesi come meta delle proprie vacanze.

 

Comments are closed.