Giustizia penale e interpretazione: a Foggia operatori del diritto a confronto

0

unifg2“Il problema dell’interpretazione nella giustizia penale”. È questo il tema del convegno di studi in programma il 15 e 16 maggio nell’aula magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia.

Organizzato dalla cattedra di diritto penale del Prof. Adelmo Manna e patrocinato dal Dipartimento di Giurisprudenza e dall’AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati), il convegno prenderà il via venerdì alle 15.30 con i saluti istituzionali delle autorità. Il dibattito prevede gli interventi del Prof. Sergio Vinciguerra con una relazione su “Il problema delle interpretazioni discordanti nella giustizia penale e qualche rimedio”, a cui farà seguito l’intervento del Prof. Alberto Cadoppi su “Interpretazione e precedente da Beccaria ai giorni nostri”, del Prof. Elio Belfiore e “Le incursioni della normativa europea nel diritto penale interno”, del Prof. Michele Papa con “La tipicità iconografica della fattispecie come criterio di interpretazione”, del Prof. Sergio Lorusso su “Interpretazione e convincimento del giudice” e del Prof. Enzo Musco con “Teoria e prassi dell’interpretazione nel diritto penale”.

Il giorno successivo, sabato 16 maggio dalle 9 – sotto la presidenza del Prof. Francesco Viganò, Ordinario di Diritto penale nell’Università Statale di Milano -, interverranno in qualità di relatori la Prof.ssa Anna Campanale con “Hai ragione anche tu, gli disse il giudice”, il Prof. Francesco Astone su “Interpretazione della legge e diritto civile: un problema di specialità?”, la Prof.ssa Ombretta Di Giovine con “Antiformalismo interpretativo. Il pollo di Russell e la stabilizzazione del precedente giurisprudenziale”, il Prof. Vico Valentini su “Europeismo giudiziario e legalità penale continentale” e il  Prof. Giandomenico Salcuni con “L’interpretazione conforme al diritto europeo e la legittimazione democratica del giudice”.

Sono previsti inoltre gli interventi programmati del Dott. Enrico Infante, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Foggia su “Lo strano caso della truffa processuale: il ruolo del giudice e le funzioni del processo”; Avv. Antonio Miriello su “Alcuni casi giudiziari di interpretazioni discordanti relativamente a casi simili”, Dott. Antonio Laronga, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Foggia su “I rapporti tra la giurisprudenza della Corte EDU e quella delle Corti nazionali in materia di confisca senza condanna”, nonché dell’ Avv. Marcello Oreste Di Giuseppe del Foro di Foggia, Dottore di ricerca in economia e diritto dell’Ambiente, del Territorio e del Paesaggio nell’Università di Foggia su “L’interpretazione creativa della giurisprudenza in materia ambientale” e della Dott.ssa Roberta Russo, Dottore di ricerca in diritto dell’impresa nell’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano su “Il diritto punitivo della CEDU tra criteri razionali e fattori emozionali”. In conclusione, interverrà il Prof. Giovanni Fiandaca, Ordinario di Diritto penale nell’Università di Palermo, con una relazione di sintesi.

L’evento è in corso di accreditamento presso l’Ordine degli Avvocati di Foggia ai fini della formazione continua. Per ulteriori informazioni, consultare la locandina in allegato.

Comments are closed.