Puglia Pride, il bilancio e la soddisfazione di Arcigay Foggia

0

pugliaprideUna giornata che ci ha riempite e riempiti di orgoglio.

Il Puglia Pride, il Foggia Pride. L’orgoglio delle persone arrivate da ogni parte di Italia, quello delle foggiane e dei foggiani che hanno attraversato il cuore della nostra città e con allegria, gioia e speranza hanno ballato e urlato per rivendicare i diritti di una comunità, quella LGBTQI (lesbica, gay, bisessuale, transessuale, queer, intersessuale) ferita, discriminata, emarginata.

La gioia e i sorrisi di 10.000 persone, tutte diverse, ma con lo stesso obiettivo: estendere a tutte le persone quelli che per il momento restano essere un privilegio delle persone eterosessuali.

Foggia ha risposto, ha risposto bene, ha risposto con un grande abbraccio. Seguendo l’onda del #fuggiafoggia, tante le persone foggiane offese e fuggite dalla nostra città che hanno trovato un motivo di orgoglio per rientrare, per dire che da Foggia non vogliamo più scappare. Il Puglia Pride ci ha donato speranza.

Sono passati solo 4 mesi da quando noi dell’Arcigay Foggia “Le Bigotte” lanciammo la notizia, concordata con il Coordinamento Puglia Pride: il Puglia Pride 2015 sarà a Foggia.

Un grazie speciale va a tutte le attiviste e a tutti gli attivisti che in ogni parte della nostra regione si sono messe al lavoro, hanno creato eventi di informazione e sensibilizzazione, hanno raccolto fondi. Sì, perché il Puglia Pride si autofinanzia con il contributo di tutte quelle persone che hanno deciso di acquistare un gadget, o di mettere anche solo un euro nei nostri salvadanai.

Grazie alle associazioni, ai sindacati, alle associazioni di categoria, ai collettivi, alle forze dell’ordine, alla protezione civile e a tutte quelle realtà che hanno aderito moralmente, fisicamente, attivamente.

Grazie alle persone che ogni giorno ci ripetevano che l’Arcigay Foggia non era pronta, che Foggia non era pronta. Anche voi siete state la nostra forza. Ci avete dato quella spinta in più che ha permesso a noi e alla città di gridare ancora più forte il nostro #fuggiafoggia, perché Foggia è pronta.

Grazie alle Amministrazioni presenti. Alla Regione, alla Provincia, ai Comuni che sono arrivati da ogni parte della Puglia, perché il sostegno delle Amministrazioni in occasioni come il Pride è fondamentale.

Grazie anche al Comune di Foggia, che con la sua assenza e con le dichiarazioni rilasciate precedentemente al Pride ha mostrato, nonostante il patrocinio concesso, quanto ancora ci sia da lavorare, quanto ancora ci sia da parte di alcune Amministrazioni la volontà di giudicare ciò che non si conosce, quanto ancora la cultura e le credenze personali possano influenzare le scelte di un’Amministrazione che dovrebbe rappresentare tutte e tutti.

Ci piacerebbe poter chiedere alla nostra Amministrazione, al Sindaco, l’istituzione del registro civile per le unioni delle coppie dello stesso sesso, l’adesione alla rete ready e altri semplici atti di civiltà. Ci sarebbe piaciuto se il Sindaco fosse sceso in piazza a marciare e ballare con noi con la fascia tricolore, perché un Sindaco pronto ad indossare quella fascia, simbolo di tutte le cittadine e di tutti i cittadini, solo se aderenti alle proprie convinzioni e che diserta una manifestazione di laicità, di civiltà e diritti non è pronto. Non smetteremo di rivendicare i nostri diritti e non esiteremo a contestare azioni che vadano ad escludere parte della cittadinanza foggiana, ma non sprecheremo le nostre energie. Lavoreremo con chiunque voglia dare il proprio contributo alla lotta per i diritti. All’Amministrazione del Comune di Foggia diciamo: avete perso una bella opportunità e noi, con il nostro lavoro non perderemo occasione per ricordarvelo e per ricordarvi che Foggia è anche nostra, che Foggia è Arcobaleno.

Grazie a Vladimir Luxuria e ad Antonino, ospiti d’onore del Pride. Hanno sfilato con noi donandoci momenti di orgoglio, commozione e quell’affetto che solo Foggia ti sa dare.

Abbracciamo con affetto i volontari e le volontarie, è grazie al loro impegno quotidiano in questi mesi che è stato possibile realizzare il Puglia Pride, è grazie alla loro volontà e alle loro spinte se un carro con il motore in ebollizione è arrivato a Piazza Cesare Battisti, la piazza che ospita il nostro caro teatro Umberto Giordano, per i discorsi conclusivi.

Grazie a tutte e tutti per averci donato sorrisi, abbracci , speranza.

Foggia è il nostro PRIDE.
Il Direttivo – Arcigay Foggia “Le Bigotte”

Comments are closed.