Caporalato e sfruttamento in campagna, un convegno domani

0

Lo scorso febbraio la FLAI CGIL di Taranto denunciava un grave caso di sfruttamento nelle campagne di Ginosa. Interi gruppi di cittadini romeni venivano trattati come schiavi in cambio di un lavoro e di un alloggio fatiscente all’interno di un vecchio capannone senza acqua potabile o servizi igienici.

Quell’episodio fece scattare una reazione immediata che oggi si è tradotta di un presidio costante del territorio e in azioni concrete a sostegno della comunità straniera più numerosa presente sul nostro territorio.

Sono queste le premesse che da domani e fino al 7 luglio hanno spinto la FLAI CGIL regionale in un tour di legalità e informazione che arriva nelle zone maggiormente interessate da questi flussi di manodopera agricola.

L’appuntamento “Due Nazioni, unica tutela – l’importanza del lavoro regolare in Italia” è promosso in collaborazione con il Consolato generale di Romania, l’Ambasciata di Romania in Italia e il sindaco romeno dell’agricoltura.

Si comincia domani alle 17.30 a Ginosa. Nella sala consiliare del Comune di Ginosa, sarà lo stesso sindaco Vito Parisi a dare il benvenuto alla carovana di legalità che si pone anche l’obiettivo di informare su tariffe e tutele.

Stiamo predisponendo strumenti efficaci perché in questi casi avere cognizione dei propri diritti aiuta questi lavoratori ad uscire dall’isolamento – dice Assunta Urselli, segretaria della FLAI CGIL di Taranto, che per prima insieme al segretario generale della CGIL di Taranto, Paolo Peluso, soccorse i giovani romeni maltrattati nelle campagne di Ginosa – E’ chiaro, infatti – continua – che se quegli uomini e quelle donne avessero saputo qual’era la paga minima prevista, o i tempi previsti dalla legge per il lavoro nei campi, avrebbero subito meno e reagito prima al sopruso di cui sono stati vittime per mesi.

A tal proposito la CGIL sta lavorando per la costituzione di info point dedicati ai lavoratori stranieri e a luoghi di confronto specifico per i cittadini romeni curati insieme al Consolato della Romania.

Dopo l’esordio a Ginosa, il tour si sposterà il 6 luglio a San Ferdinando di Puglia e a Andria, e il 7 luglio a Bari.

L’appuntamento per la stampa è domani 5 luglio ore 17.30 sala consiliare del Comune di Ginosa. Interverranno Leonard Barascu, presidente sindacato romeno FRATIA, Vasile Stroe, presidente sindacato romeno agricoltura AGRO-FRATIA, Sara Palazzoli, segretario nazionale FLAI CGIL, Pietro Ruffolo, responsabile area politiche internazionali FLAI Nazionale, Antonio Gagliardi, Segretario generale FLAI CGIL Puglia, Giuseppe Gesmundo, segretario generale CGIL Puglia, Giuseppe De Leonardis, segretario generale CGIL BAT, Paolo Peluso, segretario generale CGIL Taranto, Mario Fraccascia, coordinatore INCA CGIL Puglia, Magdalena Jarczak, coordinatrice immigrati FLAI Puglia, Dan Stefanesa, console del Consolato Generale di Romania di Bari, Andrei Sfirloaga, dell’ambasciata di Romania in Italia.

Comments are closed.