Contrattazione di secondo livello, accordo innovativo siglato dalla Fisascat di Foggia

0

cisl_cons_generale_fiscoE’ grande la soddisfazione della Fisascat CISL Territoriale di Foggia e Nord Barese per aver chiuso con l’impresa La Lucente S.p.A. una contrattazione di secondo livello per il cantiere Alenia Aermacchi di Foggia, che vede impegnate oltre venti unità lavorative per il pulimento industriale degli attrezzi meccanici utili alla costruzione dei Boeing.

“Un’intesa che ha ridato dignità morale ai lavoratori nonché la giusta retribuzione per gli impegni sostenuti all’interno del cantiere”, afferma il Segretario Generale Leonardo Piacquaddio. I contenuti dell’accordo sono volti ad aumentare la produttività, garantendo l’efficientamento dei processi produttivi e limitando l’assenteismo, e prevedono un premio per ogni lavoratore. L’obiettivo è stato raggiunto, sottolineano al sindacato, nel rispetto della contrattazione collettiva di categoria, delle norme sulla sicurezza e salute negli ambienti di lavoro, del mansionario aziendale e delle prescrizioni finalizzate all’efficienza dell’attività lavorativa dello stabilimento Alenia Aermacchi.

“A tutti i lavoratori – continua il sindacalista Piacquaddio – che rispetteranno le condizioni previste sarà riconosciuto un premio lordo, che varierà – sulla base delle giornate di assenze rilevate nel periodo di validità del progetto – da 200 euro per tutti coloro che non effettueranno più di 6 giorni di assenza a qualsivoglia titolo, eccezion fatta solo per ferie, patologie gravissime, ricoveri ospedalieri e donazione sangue, ad un massimo di 500 euro per coloro i quali non effettueranno alcun giorno di assenza.

Da sempre sosteniamo, come Cisl, il grande valore della contrattazione di secondo livello, sia a livello aziendale che territoriale. Con l’accordo stipulato (conforme anche alle leggi del 24/12/2012 n. 228, del successivo DPCM del 22/01/2013 e del 10/02/2014, della circolare del Ministero del Lavoro n. 15 del 03/04/2013) riteniamo di aver raggiunto l’obiettivo prefissato dai lavoratori che lamentavano un salario non adeguato alle effettive prestazioni lavorative, effettuate all’interno del cantiere Alenia, ed alle professionalità che da oltre 25 anni hanno maturato nel campo metalmeccanico”.

Comments are closed.