Sindacati: grave la situazione delle Camere di Commercio, sciopero il 23

0

camera-di-commercioLa situazione delle Camere di Commercio e quindi del personale dipendente dalle stesse, nonché di tutto il personale dipendente dalle aziende legate al sistema camerale (compreso quello delle unioni) è divenuta problematica a causa di quanto previsto dal dl 90/14 in merito alla riduzione del diritto annuale. A ciò sembra aggiungersi una proposta, probabilmente contenuta nel ddl delega di riforma della PA, che sancirebbe il totale superamento del diritto annuale ed il passaggio del registro delle imprese al ministero dello sviluppo economico senza, peraltro, nessuna previsione sul futuro del personale coinvolto e sui possibili processi di riorganizzazione.

Per questa ragione è assolutamente necessario continuare e rafforzare le iniziative territoriali che stiamo conducendo in ogni singola Camera di Commercio dandogli la massima visibilità mediatica. In tal senso, per sostenere i nostri emendamenti al DL 90/2014, tra cui l’abrogazione dell’art. 28 che ci riguarda, abbiamo indetto sia lo stato d’agitazione di tutto il personale e sia, come preannunciato, una manifestazione nazionale autorizzata che si terrà il 23 luglio dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso Piazza di Pietra a Roma, nei pressi di Montecitorio.

Per agevolare l’informativa sull’evento del 23 luglio p.v. stiamo predisponendo anche un volantino unitario che vi sarà inviato entro la giornata di oggi.

I Sindacati chiedono “la massima partecipazione alla manifestazione nazionale per arginare il tentativo di “azzeramento” del sistema camerale e  vi esortiamo, contestualmente, a proseguire con le iniziative a livello locale concordate (assemblee, presidi, raccolta firme ecc.)”.

Comments are closed.