Agevolazioni 5xmille 2012: online gli elenchi pugliesi degli ammessi ed esclusi

0

5x1000bGli elenchi dei beneficiari pugliesi ammessi e dei soggetti esclusi dal beneficio del 5xmille per l’anno 2012 sono online sul sito regionale dell’Agenzia delle Entrate, all’indirizzo http://puglia.agenziaentrate.it

La pubblicazione degli elenchi prevede, quest’anno, alcune novità mirate a perfezionare la leggibilità dei dati. Alla suddivisione per categorie di beneficiari si aggiunge, infatti, anche l’elenco aggregato, nel quale sono inseriti i soggetti ammessi al contributo in più categorie (per esempio: volontariato e ricerca scientifica). Le informazioni utili ad identificare il soggetto beneficiario (denominazione e codice fiscale) si arricchiscono, inoltre, dei dati geografici (regione, provincia e comune nel quale è fissata la sede legale). L’attenzione resta concentrata, in ogni caso, sul numero di scelte espresse dai contribuenti e sugli importi totali assegnati.

Ecco un quadro di sintesi relativo alla distribuzione delle somme devolute attraverso la preferenza espressa dai contribuenti.

Attività sociali dei comuni – Al primo posto tra i comuni premiati dal 5xmille si trova Bari, destinataria di 40.959 euro. Dopo i capoluoghi di provincia, Cassano delle Murge si colloca al settimo posto in classifica, grazie alla preferenza di 405 cittadini che donano al loro municipio 5.600 euro. Dalla parte opposta, tra quelli che non ricevono fondi, ci sono quattro comuni foggiani (Celle di San Vito, Isole Tremiti, Penne, Rocchetta Sant’Antonio) e uno leccese (Surano).

Sport – Gli elenchi rivelano un panorama a geografia variabile per le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal CONI. Al primo posto per importo totale dell’agevolazione, con 24.076 euro, si trova l’associazione foggiana As.so.ri., dedita alla promozione socio-culturale dello sport dilettantistico e alla riabilitazione delle persone affette da disabilità. Se si guarda, tuttavia, al numero di scelte, la palma delle preferenze va all’associazione Nuova Pallacanestro Mottola, con sede nella provincia di Taranto, destinataria di 23.974 euro grazie alla firma apposta sul modello dichiarativo o sulla scheda allegata al modello CUD da 1.187 contribuenti.

Sempre nella provincia di Taranto, infine, risiedono cinque delle quattordici associazioni che non ricevono fondi, su un totale di 239 soggetti ammessi per le finalità sportivo-dilentattistiche.

Sanità – Le scelte nella categoria degli enti della ricerca sanitaria appaiono concentrate intorno a pochi soggetti e salgono, di conseguenza, gli importi medi del beneficio. Tra i cinque enti ammessi, la Fondazione di religione e culto Casa Sollievo della sofferenza con sede a San Giovanni Rotondo è il principale collettore delle destinazioni espresse: 28.506 preferenze per un importo totale che supera il milione di euro. Entra in classifica anche l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata, destinatario di 1.402 euro.

Ricerca scientifica – Sono diciotto i soggetti in elenco. Al primo posto, tra gli enti della ricerca scientifica e dell’università ammessi al beneficio dal MIUR, si piazza l’Università del Salento con 3.413 scelte espresse dai contribuenti e 137.000 euro. Al terzo e al quarto posto, rispettivamente l’Università di Bari e quella di Foggia. Al Conservatorio di musica “Nino Rota” vanno 6.718 euro. La classifica si apre con Lecce e si chiude sempre nel capoluogo salentino, grazie all’Accademia di Belle Arti, destinataria di 176,42 euro devoluti da 5 contribuenti.

Volontariato – In linea con il dato nazionale, il volontariato attira in Puglia il maggior numero di preferenze, con un totale di 370.021 scelte. Guadagna la vetta della classifica la Fondazione Maria Rossi Olivieri con 11.647 scelte e 259.858 euro. La Fondazione Voce di Padre Pio, a seguire, conquista il secondo posto su una platea di 1.509 soggetti ammessi al beneficio.

Comments are closed.