Aeroporto: Confesercenti Foggia auspica maggiore coinvolgimento delle istituzioni locali per risolvere l’annosa vertenza dell’impianto

0

aeroportopfoggiaConfesercenti Foggia soddisfatta della decisione della Regione Puglia di procedere alla assegnazione dei lavori di prolungamento della pista di volo dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia ritiene chela realizzazione di una primaria infrastruttura per lo sviluppo del territorio deve coinvolgere gli enti economici e le istituzioni locali. Sostiene Carlo Simone, presidente provinciale di Confesercenti: «Ognuno deve fare la propria parte. La Regione e Aeroporti Puglia procedano all’allungamento della pista, la Camera di Commercio ed il Comune Capoluogo di Provincia si rendano promotori di un accordo che li veda coinvolti nella gestione dell’aeroporto affinché nel medio periodo si raggiunga un adeguato utilizzo dello scalo in modo da garantire il pareggio dei costi di gestione». Prosegue Simone: «La Camera di Commercio e il Comune di Foggia abbandonino il mero rivendicazionismo e  producano atti concreti per la compartecipazione alla gestione di Aeroporti Puglia e per  prendere parte attivamente alle scelte di gestione del trasporto aereo dell’intera Regione. A tal proposito Confesercenti Foggia è pronta ad accettare la sfida del mercato ma le istituzioni locali devono mettere in condizione il sistema delle imprese di competere».ì
«Con questo spirito pensiamo – conclude  Simone- si possa: 1) affermare una nuova volontà propositiva; 2) fissare precisi obiettivi da perseguire con azioni decise e mirate; 3) prevedere chiari impegni a investire, ognuno per la propria parte, in un arco temporale almeno di medio periodo; 4) implementare una rete di servizi per agevolare l’utilizzo dell’aeroporto da parte di tutto il territorio e delle province limitrofe. Non va persa un’occasione ghiotta per: a) allargare la stagione turistica e accogliere turisti dal Nord Europa e da altri paesi che guardano con interesse alla nostra Provincia; b) proporre i nostri eccellenti prodotti agroalimentari ed enogastronomici a nuovi mercati; c) avvicinare la nostra provincia al resto del mondo».

Comments are closed.