Un restauro a cura del GAL, succede in Salento

0

SALVATOREDARGENTOContinua senza sosta l’attività del GAL “Serre Salentine” nel sostenere gli interventi di restauro e di valorizzazione del patrimonio culturale locale, al fine di garantire la sua conservazione e di favorire una sua fruizione pubblica, in stretto rispetto delle specifiche caratteristiche architettoniche.

Infatti, nell’ambito della Misura 323 “Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale” – Azione 1, il Gruppo di Azione Locale ha concesso un contributo pubblico pari a 36.565,73 euro su un progetto di 73.131,46 euro, per il restauro dei dipinti murali del Santuario del SS. Crocifisso di Galatone, uno dei luoghi di culto fra i più importanti del territorio delle Serre Salentine.

Il dipinto che si andrà a restaurare è opera del raffinato pittore Guido Prayer che, nel 1944, realizzò per la cupola del Santuario, il fausto evento dell’Invenzione ed Esaltazione della Croce in Gerusalemme per merito di Sant’Elena. La santa è raffigurata secondo la tradizione iconografica classica: con lunghi capelli intrecciati, in abiti sontuosi e affiancata alla croce. Nelle sue immediate vicinanze, oltre ai simboli del martirio di Cristo, ci sono angeli e putti collocati con un gradevole effetto prospettico; nuvole di varia grandezza e gradazioni di colore completano la composizione nella sua sommità. Scendendo lo sguardo, si incontrano figure di santi e angeli, rappresentati seduti o sporgenti o ancora appoggiati sulle architetture sapientemente rese come una balaustra protesa sul vuoto del transetto. Fronde d’alberi e putti completano la decorazione.

Il finanziamento concesso dal GAL prevede la pulitura del dipinto dai depositi di polveri, una mirata operazione di fissaggio del colore, un’attenta disinfestazione delle zone interessate dagli attacchi biologici, il consolidamento dell’intera superficie pittorica con particolari resine. Inoltre, sono previsti anche il restauro delle cornice di stucco a foglie d’acanto e le finestre di stile neoclassico.

Tutelare e riqualificare sono state due azioni prioritarie poste al centro dell’attività del GAL “Serre Salentine – afferma il Presidente, Salvatore D’Argento – che, grazie alla misura del Piano di Sviluppo Locale, rende fruibili alcuni beni pubblici e privati che rappresentano realmente un valore storico e architettonico per il territorio dei quattordici comuni delle Serre Salentine. Grazie a quest’ultimo finanziamento, un altro bene viene restituito alla sua originaria bellezza, all’interno di un contesto, quale è il Santuario del SS. Crocifisso di Galatone, meta ogni anno di devoti e turisti nazionali e stranieri. Un altro importante intervento che si aggiunge a quello già programmato, nell’ambito del percorso “In cammino con Maria: il culto mariano nelle Serre Salentine”, nel quale a breve inizieranno i lavori di adeguamento funzionale dei luoghi (sistemazione interna ed esterna, intonaci, tinteggiatura, illuminazione, ecc.), ideazione e realizzazione dell’allestimento espositivo che intende raccontare e documentare, attraverso l’uso di tecniche avanzate di esposizione tali da creare un effetto coinvolgente ed emozionale, le memorie, le storie, le devozioni, i pellegrinaggi e le tradizioni legate al culto del SS. Crocifisso di Galatone. Alla valorizzazione, ora, il GAL “Serre Salentine” affianca anche una grande azione di promozione del territorio con i suoi beni e le sue tipicità, in eventi fieristici nazionali ed internazionali, capaci di intercettare flussi turistici interessati alla nostra terra. Infatti, è proprio questa la “mission” del GAL: mettere a sistema i beni finanziati, in un progetto integrato di promozione che possa creare non solo un’offerta turistico-culturale di qualità, ma anche porre le condizioni affinché lo sviluppo che ne derivi sia capace di produrre opportunità lavorative sul territorio, tracciando anche un percorso di messa a sistema dei beni culturali e ambientali per farli emergere come identità territoriale delle Serre Salentine”. 

Comments are closed.