Verso la riforma del Catasto, avviato il processo per le “nuove” Commissioni Censuarie pugliesi

0

Cartografia_di_castellanetaParte anche in Puglia il percorso che porterà all’insediamento delle Commissioni Censuarie locali, organismi rivisitati dal decreto legislativo n. 198 del 2014 che coadiuveranno l’Amministrazione finanziaria in vista della prossima revisione del sistema estimativo catastale.

Le Commissioni – Sarà costituita una Commissione per ciascuna delle seguenti città: Andria, Bari, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto. Ogni organismo sarà articolato in tre sezioni specialistiche – relative al catasto terreni, al catasto urbano e alla revisione del sistema estimativo del catasto dei fabbricati – ognuna delle quali sarà composta da sei membri effettivi e da sei supplenti.

L’iter – A seguito del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 27 maggio 2015, il Direttore regionale della Puglia dell’Agenzia delle entrate, Giovanni Achille Sanzò, ha inviato una nota ai Prefetti, all’ANCI e agli Uffici Provinciali – Territorio affinché procedano, entro 60 giorni dalla ricezione, alla designazione di una rosa di candidati. I nominativi saranno poi comunicati al Presidente del Tribunale il quale, nei successivi 30 giorni, sceglierà i componenti effettivi e quelli supplenti delle commissioni.

Le designazioni – Per quanto riguarda in particolare le designazioni ad opera dei Prefetti, gli ordini e collegi professionali e le associazioni di categoria operanti nel settore immobiliare potranno segnalare le candidature di tecnici ed esperti in materia. Il Prefetto potrà altresì designare docenti qualificati in materia di economia e di estimo urbano e rurale o anche esperti in materia di statistica e di econometria.

Comments are closed.