Sei aziende pugliesi alla missione imprenditoriale promossa dal Gruppo PMI Internazionale dell’ANCE in Bulgaria

0

impresaedileIniziata ieri Sofia la missione guidata dal Presidente del Gruppo PMI Internazionale dell’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) e Presidente di ANCE Foggia Gerardo Biancofiore . 

Ingegneria Futura, Euroscavi Immobiliare, Trombetta e Sedir della provincia di Foggia, Impresa DEL di Taranto e CFV costruzioni di Lecce: sono queste le sei aziende pugliesi che partecipano alla missione commerciale “ITALY & BULGARIA – BUILDING TOGETHER” che ha preso il via a Sofia questa mattina.

La delegazione pugliese è una delle più folte delle regioni italiane ed in totale sono cinquanta le aziende partecipanti alla missione che nasce con l’obiettivo di incrementare la quota di mercato delle piccole e medie aziende italiane delle costruzioni in Bulgaria e nell’Est Europa.

La missione rientra nel fitto programma di attività messe in campo dal Gruppo PMI Internazionale dell’ANCE -Associazione Nazionale Costruttori Edili, guidato dal Presidente del Gruppo PMI Internazionale e Presidente di ANCE Foggia Gerardo Biancofiore.

La missione è organizzata in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dello Sviluppo Economico, con il supporto dell’Ambasciata d’Italia, l’Agenzia ITA (ex ICE), Confindustria Bulgaria e la Camera Bulgara dei Costruttori e consentirà di avere un quadro dei programmi infrastrutturali e delle opportunità per il settore delle costruzioni in Bulgaria.
Nel corso della missione le oltre cinquanta imprese partecipanti potranno incontrare i rappresentanti del Governo e  le imprese di costruzioni locali, con particolare attenzione alle PMI.

“Questa missione è particolarmente importante
– dichiara il Presidente del Gruppo PMI Internazionale dell’ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili Gerardo Biancofiore -perché la Bulgaria collega gran parte del suo sviluppo futuro all’utilizzo dei Fondi Comunitari ed i finanziamenti a disposizione del settore infrastrutturale per il periodo 2014-2020 riguarderanno il completamento delle reti stradale, ferroviaria, fluviale, marittima e il trasporto intermodale.”
La due giorni si è aperta questa mattina a Sofia all’Hotel Balkan con una tavola rotonda a cui hanno preso parte tra gli altri l’Ambasciatore d’Italia a Sofia Marco Conticelli, il Presidente del Gruppo PMI Internazionale, ANCE Gerardo Biancofiore, il Presidente della Camera dei Costruttori Bulgara Svetoslav Glossov ed il Presidente di Confindustria Bulgaria Pietro Luigi Ghia.

Nel corso dell’incontro è emerso come il contributo e la presenza delle aziende italiane negli appalti in Bulgaria nel 2013 e’ stata vivace, con punte massime nel settore delle infrastrutture, sia per lavori di engineering, che di supervisione e consulenza. La Bulgaria e’ una delle poche economie UE in grado di vantare una crescita di segno positivo nel 2013, e’ il secondo paese dell’area UE con il piu’ basso debito pubblico, dopo l’Estonia, con un grado di assorbimento dei fondi europei in miglioramento. Al 31 marzo, i contratti firmati nel quadro dei Fondi strutturali sono stati pari al 115% del budget previsto, 60% i pagamenti effettuati. L’Italia e’ il terzo partner commerciale della Bulgaria, dopo Russia e Germania, sia come paese fornitore sia come destinatario delle esportazioni bulgare, l’interscambio complessivo e’ stato di oltre 3,8 miliardi di euro (11%). Tra i principali partner della Bulgaria l’Italia e’ quella che nel 2013 ha registrato il maggior incremento delle vendite il 13%, per un valore di 1,9 miliardi di euro detenendo una quota dell’8,7% sulle importazioni totali bulgare.

Comments are closed.