Vergogna sanitaria senza fine a Torremaggiore: da dieci mesi senza medico di notte al PPIT e la Regione Puglia continua a non rispondere anche alle interrogazioni urgenti

0

Oggi 23 settembre 2018 a Torremaggiore continua ad esserci la vergognosa situazione di stallo al PPIT ( Punto di Primo Intervento Territoriale) . Come è noto dal 23/12/2017 per ragioni organizzative l’ASL FG ha sprovvisto il P.P.I.T.  di Torremaggiore dalle ore 20 alle 8 del mattino del personale medico.

 

E tra le beffe che continuano ad esserci riscontriamo la installazione di un cartello bene  sul piazzale antistante il Laboratorio Analisi con la dicitura ben in evidenza di PRONTO SOCCORSO e di PUNTO DI PRIMO INTERVENTO. Servizio quest’ultimo che è svolto con la presenza del personale medico solo H12 per una mancanza di volontà POLITICA della Regione Puglia e dell’ASL FG che sono abilissimi a giocare a ping pong. Non è possibile proseguire con la filastrocca della carenza del personale dopo quasi  un anno!

 

 

Da allora ad oggi ecco le iniziative che sono state intraprese:

  • Da Torremaggiore.Com è partita il 27/01/2018 una petizione on line per il ripristino della totale funzionalità del PPI h24 e per l’attuazione dei nuovi servizi per il PTA San Giacomo ;
  • A gennaio e a febbraio 2018 i partiti M5S e Lega Salvini hanno avviato una raccolta firme con stand dedicati al centro cittadino;
  • Il consiglio comunale di Torremaggiore in data 2/02/2018 ha approvato un documento all’unanimità chiedendo alla Regione Puglia e all’ASL FG il ripristino della presenza del personale medico al PPIT e l’attuazione dei servizi sanitari presso il PTA San Giacomo di Torremaggiore previsti da una delibera regionale del 2015 e fino ad oggi inattivati;
  • Il 10 maggio 2018 è nato a Torremaggiore il  Comitato permanente per la salvaguardia del diritto alla Salute dei cittadini dell’Alto Tavoliere della Puglia  richiedendo il ripristino immediato del servizio medico h24 al PPIT e l’attuazione dei servizi sanitari previsti dalla Regione dal 2015. Il Comitato è formato da svariate associazioni presenti a Torremaggiore impegnate su vari settori. Da subito è stato avviato un dialogo istituzionale e una raccolta firme con stampo civico;
  • Dopo della nascita del Comitato su richiesta del Sindaco di Torremaggiore ( Prot. 8471/2018) il Comitato è stato convocato presso la Sala di Rappresentanza “Federico II” del Palazzo di Città il 14 maggio 2018 alle ore venti.  Apprezzamento è stato espresso dal primo cittadino della città federiciana per l’iniziativa civica che è partita poiché mira alla salvaguardia del diritto alla salute dei cittadini. Durante il confronto il primo cittadino dott. Pasquale Monteleone ha condiviso con il Comitato le iniziative intraprese dall’Amministrazione Comunale dal 2016 sul tema sanità, evidenziando le tante promesse disattese della Regione Puglia ed il continuo stato di caos sul tema sanità. Ha altresì ribadito ribadito le istanze formali inviate all’ASL FG per la piena operatività del laboratorio analisi e della radiologia. Ha formulato la volontà di portare una delegazione del Comitato a Bari nella giornata di venerdì 18 maggio durante l’incontro tra Emiliano ed i sindaci di tutta la Puglia per aggiornamenti vari in ambito sanità.
  • Nel presto pomeriggio del 18 maggio 2018 alla Fiera del Levante di Bari durante l’incontro tra i Sindaci pugliesi ed il Governatore Michele Emiliano sul tema della riorganizzazione del sistema emergenza-urgenza territoriale in ambito regionale, è stato consegnato a mano al Presidente della Regione il documento civico del Comitato per la salvaguardia della salute dell’Alto Tavoliere con riferimento alla piena operatività del PPI di Torremaggiore e all’attivazione dei servizi previsti per il PTA San Giacomo dal 2015 e ad oggi disattesi;
  • Una delegazione del Comitato è stato ricevuta presso la sede istituzionale della Regione Puglia a Bari in Via Capruzzi in data 12 giugno 2018 , direttamente dal Presidente Emiliano, il quale ha manifestato l’intenzione di normalizzare i disagi oggi presenti presso il PPIT di Torremaggiore. Al termine della conversazione il Comitato è stato indirizzato a colloquiare con il Direttore Generale dell’ASL FG nella persona del dott. Vito Piazzolla per avere la conoscenza diretta dei dettagli operativi per i quesiti posti dal comitato;
  • Una nuova delegazione del Comitato è stata ricevuta dal Direttore Generale dell’ASL FG in data 19/06/2018. Il Direttore Generale a Foggia ha ascoltato le istanze presentate dal Comitato ed ha comunicato che:– per il tema del personale medico h24 presso il PPIT di Torremaggiore in attesa della riconversione a postazione medicalizzata fissa del 118 come previsto dalla Regione Puglia, ha riferito che è stato indetto un nuovo bando per poter accedere alla graduatoria regionale dei medici presenti nella lista del 118 ed ha manifestato la soluzione in tempi brevi;
    – per il tema del ripristino dei macchinari POCT ( laboratorio d’urgenza) presso il PPIT di Torremaggiore, previsto dal Piano Attuativo Locale 2009-2011 ASL FG e confermato dal Documento Riorganizzazione della Rete Emergenza – Urgenza Territoriale 118 di dicembre 2017 redatto dalla Direzione Strategica dell’ ASL FG il Direttore Generale ha comunicato che a breve il servizio sarà ripristinato poiché l’ASL ha indetto una nuova gara per l’utilizzo di questi macchinari POCT;
    – per il tema del regolare funzionamento del Laboratorio di Analisi e della Radiologia il Direttore Generale ha comunicato che il problema è di reperimento del personale e che nei modi e nei tempi opportuni i servizi saranno ripristinati appena le procedure per la selezione di nuovo personale saranno ultimate;
    – per il tema dell’attuazione dei servizi del PTA San Giacomo di Torremaggiore il Direttore Generale ha comunicato che i reparti nuovi sono quasi terminati e che il problema è il medesimo del punto precedente, ovvero di reperimento di nuovo personale e che nei modi e nei tempi opportuni i nuovi reparti saranno attivati appena le procedure per la selezione di nuovo personale saranno ultimate.
  • Si apprende dai social che dal DG dell’ASL Fg è stata ricevuta anche la Senatrice Naturale di Torremaggiore ricevendo le medesime risposte evasive su questo tema;
  • Il Comitato ha nuovamente richiesto al Comune di Torremaggiore in data 21/06/2018 ( numero protocollo 0012067/2018) la riattivazione della consulta socio-sanitaria per
    poter tenere alta l’attenzione sul tema sanitario attraverso la partecipazione dei cittadini alla definizione delle priorità socio-sanitarie, quale presupposto necessario per il perseguimento del
    benessere di tutti i cittadini e della salvaguardia del diritto alla salute come previsto dall’art.32 della Costituzione Italiana e dall’articolo 10/ Titolo II dello Statuto della Regione Puglia. All’interno della consulta l’auspicio è che siano rappresentate anche le comunità locali limitrofe che rientrano nel bacino di utenza di Torremaggiore.
  • Dopo gli incontri istituzionali del Comitato Salute Alto Tavoliere con il Governatore Emiliano ( in data 12/06/2018) e con il Direttore Generale dell’ASL FG ( in data 19/06/2018), l’appello lanciato dal Comitato ai consiglieri regionali della Capitanata ( di maggioranza ed opposizione) , è stato accolto solo dal Vice Presidente della Regione Puglia nella persona dell’Avv. Giandiego Gatta che ha protocollato in Regione una interrogazione urgente con risposta scritta ( N° protocollo 20180054271 del 26/06/2018).
  • Il 5 luglio 2018 arrivano al PPIT i primi macchinari minilab ovvero l’emogasanalizzatore ed il minilab che permette l’ esame emocromocitometrico. Questi preziosi strumenti servono al personale medico per effettuare esami diagnostici in tempo reale in totale autonomia. L’emogasanalizzatore consente di effettuare valutazioni per eventuali patologie respiratorie.  Il Comitato durante l’incontro con il DG ASL Fg il 19 giugno 2018 a Foggia aveva sollevato l’urgenza di dotare al più presto il PPIT dei macchinari POCT come peraltro era previsto dal Piano Attuativo Locale 2009-2011 ASL FG e confermato da un Documento redatto dalla Direzione Strategica dell’ASL FG a dicembre 2017.
  • Nel pomeriggio del 10 luglio 2018 gli attivisti del Comitato Salute Alto Tavoliere hanno affisso lo striscione con le battaglie che stanno perseguendo davanti lo storico ingresso dell’ex Ospedale San Giacomo di Torremaggiore. Si sensibilizza la cittadinanza su questi temi  ovvero il ripristino della presenza h24 del personale medico presso il Punto di Primo Intervento Territoriale di Torremaggiore in attesa di riconversione a postazione medicalizzata fissa del 118 come previsto dalla Regione Puglia. Il presidio della città federiciana infatti ha sempre superato le seimila prestazioni annue e rientra ampiamente in questa nuova riconversione come previsto dal DM 70/2015 ovvero nel Regolamento recante definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera italiana.
  • Il 18 luglio 2018 arriva al PPIT di Torremaggiore anche l’enzimogramma cardiaco che serve  per analizzare gli enzimi cardiaci che vengono ricercati tramite analisi del sangue che servono per confermare la presenza o meno di infarto o patologie del cuore. In questi casi la tempestività di intervento è alla base per salvare vite umane. Un altro piccolo passo in avanti per tutelare la salute dei cittadini è stato fatto anche se la fornitura di questi macchinari è per sei mesi;
  •  Il 20 luglio 2018 si è svolto a Torremaggiore un evento pubblico in Pineta finalizzato a far conoscere alla cittadinanza le problematiche presenti presso il Punto di Primo Intervento Territoriale e sullo stato di riconversione dell’ex Ospedale San Giacomo ( oggi PTA – Presidio Territoriale di Assistenza) . Invitati tutti i parlamentari ed i consiglieri regionali della Capitanata erano presenti solo il dott Nicola Marmo ( in sostituzione del consigliere regionale Gatta assente per lutto) e la dott.ssa Gisella Naturale ( Senatrice della Repubblica), l’evento è stato patrocinato da tutti i comuni dell’Alto Tavoliere della Puglia e dei Monti Dauni interessati;
  • Il 26 luglio 2018 su proposta del Comitato è stata inviata a tutti i Comuni dell’Alto Tavoliere una richiesta di approvazione di una mozione da indirizzare nuovamente alla Regione Puglia  sui disagi sanitari che nel frattempo sono aumentati:
    Ecco i cinque punti della mozione votata dal consiglio comunale, indirizzata alla Regione Puglia e all’Assessorato Regionale alla Sanità:
    1) il ripristino h24 della presenza medica dalle ore 20 alle ore 8 al punto di Primo Intervento di Torremaggiore ( questo disagio esiste dal 23/12/2017 );
    2) la richiesta della tempistica esatta dell’attivazione dei nuovi servizi sanitari presenti nella Delibera Regionale del 2015 per il PTA San Giacomo (Ospedale di Comunità pediatrico,
    Centro autismo/ciclo diurno, posti rene, RSA R1, ambulatorio infermieristico e Day Service Chirurgico);
    3) il ripristino della piena operatività del laboratorio analisi e della radiologia, su cui sono presenti molte nubi;
    4) i tempi effettivi di passaggio da PPIT a postazione medicalizzata fissa h24 del 118 come prevede la Regione Puglia ai sensi del DM 70/2015;
    5) il ripristino della piena operatività medica dell’ambulanza della postazione mobile MIKE del 118 di Torremaggiore da metà luglio disponibile in modalità INDIA ( ovvero con infermiere a bordo con team leader dalle ore 8 alle ore 20);
  • Dopo del suddetto evento pubblico e precisamente il 30 luglio 2018 i consiglieri regionali nelle persone dell’Avv. Giandiego Gatta e del dott. Nicola Marmo hanno presentato spontaneamente una congiunta interrogazione urgente in Regione sui disagi che interessano Torremaggiore e tutto l’Alto Tavoliere della Puglia per sollecitare nuovamente il Governatore Emiliano ad un immediato e fattivo intervento risolutivo per le richieste sopra riportate per la comunità dell’Alta Capitanata;
  • In data 6 agosto 2018 a partire dalle ore 21.40 si è svolto nella Sala del Trono del Castello Ducale De Sangro di Torremaggiore il consiglio comunale che doveva discutere su ben quattordici punti all’ordine del giorno. Il primo punto all’odg prevedeva l’eventuale approvazione della mozione presentata dal Comitato Salute Alto Tavoliere sui cinque punti che erano stati discussi durante l’assemblea pubblica il 20 luglio presso la Pineta di Torremaggiore. Dopo un breve intervento del coordinatore civico del Comitato in Consiglio Comunale per spiegare le ragioni della mozione e gli aggiornamenti sulla vicenda sanitaria del Punto di Primo Intervento di Torremaggiore e la situazione dell’ex nosocomio San Giacomo i consiglieri comunali hanno votato all’unanimità la mozione.
  • Ad oggi 23/9/2018 i turni della postazione mobile del 118 sono tutti coperti quindi l’ambulanza presente a Torremaggiore è attiva in modalità MIKE ( ovvero con il medico a bordo), a questo punto sui cinque punti sanitari da ripristinare ora ce ne sono effettivamente quattro.

 

AD OGGI 23/09/2018 LA SITUAZIONE CONTINUA AD ESSERE LA MEDESIMA A TORREMAGGIORE al PPIT 

VERGOGNA SENZA FINE TARGATA REGIONE PUGLIA – MICHELE EMILIANO – 

UN BACINO DI UTENZA DI OLTRE 35 MILA PERSONE DA DIECI MESI NON PUO’ USUFRUIRE DI QUESTO SERVIZIO PUBBLICO SANITARIO

da Torremaggiore.com

Comments are closed.