GAL Daunia Rurale, quale futuro ? Interviene il Sindaco di San Severo

0

municipiosanseveroL’Amministrazione Comunale di San Severo, guidata dal Sindaco Francesco Miglio, auspica che nella revisione regionale dei GAL (Gruppi di Azione Locale), per quello che sarà deciso sul futuro del GAL Daunia Rurale, che vede come San Severo capofila per i comuni dell’Alto Tavoliere, si tenga conto della spiccata ruralità dell’agro sanseverese e della sua vocazione agricola. “Il GAL Daunia Rurale ha intrapreso la strada legata a un piano di marketing territoriale – ha dichiarato il sindaco, Francesco Miglio – con l’obiettivo di sperimentare un’organizzazione nel territorio con caratteristiche distrettuali, finalizzata a garantire un’offerta integrata di qualità nell’area dell’Alto Tavoliere, attraverso la valorizzazione e la promozione delle produzioni locali e tipiche, delle risorse naturali e culturali, delle attività imprenditoriali, turistiche, commerciali ed artigianali identificate e riconoscibili con un marchio di area”. A livello regionale, con i chiari obiettivi condivisi ci sarà una riduzione dei GAL. In provincia di Foggia, dovrebbero restarne tre: “Si ha contezza che il nostro assessore regionale all’agricoltura, dott. Leo Di Gioia stia valutando la migliore soluzione, per la Daunia rurale – ha evidenziato il vice sindaco, assessore all’agricoltura, Francesco Sderlenga -. Il Gal Daunia Rurale, raggruppa otto comuni e ha svolto un ottimo lavoro per lo sviluppo territoriale, con l’offerta integrata promossa e valorizzata, attraverso il marchio di area ed i servizi della ‘Daunia Rurale’, nei settori: produzione tipica agro-alimentare locale; artigianato tradizionale e artistico locale; ristorazione e gastronomia; ricezione e ospitalità; servizi turistici e per la promozione e valorizzazione del patrimonio territoriale. Il ritorno ad un’economia agricola, che ha sempre caratterizzato San Severo e gli otto comuni dell’Alto Tavoliere, passa anche attraverso il GAL Daunia Rurale”. Il Nord Puglia e l’Alto Tavoliere hanno necessità di continuare e rendere sempre più profondo il solco tracciato nei campi. “Lo sviluppo armonico del territorio – ha concluso il vice sindaco, Francesco Sderlenga – deve avere tra i suoi punti di riferimento, il GAL Daunia Rurale e il potenziamento, anche formativo, dell’assetto agricolo”.

Comments are closed.