Intervista a Pasquale Monteleone, Sindaco di Torremaggiore, appena eletto

0

monteleone-sindaco-2016Pasquale (detto Lino) Monteleone nasce nel 1975 a S. Giovanni Rotondo (Fg). Laureato in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Foggia. Svolge la sua professione di Funzionario presso un intermediario finanziario operante nel territorio italiano. Sposato con Giusy, ha due figli: Michela ed Ennio.  Il suo impegno politico nasce durante Tangentopoli all’inizio degli anni Novanta tra le file della nascente Alleanza Nazionale. Consigliere comunale dal 2005.  Il 19 giugno 2016 si è tenuto il turno di ballottaggio delle elezioni amministrative del Comune di Torremaggiore. Lino Monteleone ha battuto lo sfidante Salvatore Leccisotti riportando il 52,85% dei voti ; lo sconfitto candidato del centro sinistra si è fermato al 47,15 %. Monteleone ha ricevuto 3.896 voti, Leccisotti si è fermato a 3.476 voti. L’affluenza alle urne è stata alle ore 23.00 del 53,90%. La coalizione che ha vinto si chiama Innanzitutto Torremaggiore ed è costituita da ( Lista Civica – Agire, Lista Civica – Impegno Democratico, UdC – Unione di Centro e Lista Civica Uniti con Monteleone Sindaco). Dall’esito delle operazioni compiute dalla Commissione presso l’Ufficio Centrale Elettorale, in data 20 giugno 2016, alle ore 16,30 è stato proclamato Sindaco della Città di Torremaggiore il dott. Lino Monteleone.

Auguri di buon lavoro dott. Monteleone, ed ora cosa pensa di fare per Torremaggiore? La sua prima impressione?

Martedì 21 giugno 2016 mi è stata notificata la proclamazione avvenuta il giorno precedente. Subito dopo sono andato a Palazzo di Città ed ho iniziato ad incontrare tutti i dipendenti dei vari settori funzionali richiedendo dei report sulle attività in essere per un analisi delle questioni. Preciso che ad oggi non ho ancora effettuato il passaggio di consegne con il Commissario Prefettizio, che avverrà la prossima settimana. Ho notato, come prevedevo,  che il lungo commissariamento ha allungato le tempistiche di soluzione di molte criticità della nostra cittadina. Ora attendiamo la proclamazione degli eletti che è propedeutica per la convocazione del primo consiglio comunale. Dopo ci sarà il giuramento del Primo Cittadino e poi a fine luglio dobbiamo occuparci di bilancio secondo quanto impone la legge, ovvero entro il 31 luglio. La settimana prossima è mia intenzione nominare gli assessori della mia giunta sulla base del voto elettorale.

Dopo la sua vittoria un primo terremoto politico nella sinistra locale c’è stato: le dimissioni del Coordinatore del Pd, Giuseppe Costantino, che ne pensa?

Rispetto questa sua scelta anche se pubblicamente non hanno riconosciuto la mia vittoria elettorale. Gli elettori hanno premiato il mio impegno costante in consiglio comunale che ho svolto effettuando una opposizione costruttiva. Sono entrato nella logica di essere il sindaco di tutti, il mio sarà un mandato di pacificazione ed auspico una opposizione fattiva alla crescita politica e civica della nostra Torremaggiore.

Cosa si sente di consigliare al PD locale, partito di maggioranza per quasi settanta anni a Torremaggiore ora ridotto al suo minimo storico? Si sarebbe aspettato un KO clamoroso qualche anno fa dai discendenti del PCI-PDS proprio alle elezioni amministrative  Torremaggiore?

Oggi si qualche anno fa no….ora pensiamo solo ad amministrare. La campagna elettorale è terminata.

Da primo cittadino dopo le riunioni presso Palazzo di Città cosa ha fatto?

Partendo dai valori nei quali mi riconosco , per riconoscere la funzione educativa degli oratori della nostra Torremaggiore mi è sembrato doveroso far visita a tutti i bimbi che hanno partecipato alle varie manifestazioni dell’ Estate Ragazzi organizzate dalle cinque parrocchie. Ho ricevuto a Palazzo di Città il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di San Severo e del Comando Stazione Carabinieri di Torremaggiore per avviare una prima collaborazione per la salvaguardia della nostra sicurezza locale. Abbiamo ricevuto dei furti presso la Scuola Media e dobbiamo dare le prime risposte ripristinando la serenità.

Sicurezza Locale: cosa si sente di poter dire alla cittadinanza oggi?

Nei prossimi giorni ci sarà un confronto con la Polizia Locale per stabilire cosa fare, premesso che l’organico è ridotto ai minimi termini poiché abbiamo tre unità in meno rispetto al 2012. Valuteremo nel dettaglio tutto per poter dare una risposta efficace. Prima lo studio approfondito dopo la risposta.

Che altre riunioni istituzionali ha presenziato?

Come primo cittadino sono andato alla riunione del GAL per la nuova definizione dei finanziamenti in agricoltura e a quella dei piani di zona in ambito sociale. Seguiranno nuovi incontri dove entreremo nel dettaglio dei progetti da finanziare. Oggi abbiamo evitato che venisse cancellato il trasporto dei disabili poiché non ci sono fondi. L’ASL è in ritardo e noi entro settembre convocheremo un tavolo finalizzato ad avere una pronta risposta su questo tema.

Operativamente cosa farà nei prossimi giorni?

Ho già convocato per la prossima settimana l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti e di quella che si occupa della gestione del verde pubblico per un primo confronto concreto e costruttivo sulle iniziative da intraprendere. Taglio dell’erba e disinfestazione, riapertura dell’isola ecologica, queste sono le priorità per la salute della nostra cittadinanza. Interverremo sugli appalti già in essere, chiedendo il rispetto degli impegni contrattuali. Stessa cosa faremo per il ripristino del decoro urbano.

Comunicazione e trasparenza con la cittadinanza, quali saranno i primi atti amministrativi?

L’Amministrazione Comunale comunicherà sia con le forme tradizionali che con quelle digitali, passando dalla registrazione dei lavori del Consiglio Comunale. Voglio consentire una maggiore apertura degli uffici comunali, un sabato mattina ogni mese sarà aperto. Dopo verranno altre iniziative che vi comunicherò prossimamente.

Infrastrutture in ambito locale da sbloccare, dopo svariati anni come consigliere di opposizione lei ha denunciato i tempi biblici di attuazione di molte opere; ora Lei rappresenta la maggioranza, quando riprenderanno i lavori pubblici ?

Siamo di fronte al fatto che oggi le utenze degli impianti sportivi aperti di proprietà comunale sono state disattivate, poiché non sono state pagate le bollette. Parliamo dello Stadio Comunale San Sabino. Faremo una analisi molto dettagliata e dopo velocizzeremo gli iter di procedura. Entro l’anno vogliamo arrivare all’appalto per ristrutturazione del padiglione centrale della Scuola Elementare “San Giovanni Bosco”, a breve inizieranno anche i lavori di ristrutturazione della Scuola Elementare “Emilio Ricci” e per quanto concerne la riapertura della Villa Comunale “Federico II di Svevia” dobbiamo capire quando possiamo sbloccare l’ultimo chilometro. Su altri interventi occorre vedere la disponibilità in cassa, ma oggi è prematuro. A breve saremo in grado di poter essere più espliciti.

Apertura estiva della Biblioteca Comunale e dei musei, si farà? Che progetti ci sono?

Abbiamo creato un progetto di Servizio Civile, la cui presentazione delle domande scade il 30 giugno. Parliamo di cinque persone che si occuperanno di tutto ciò ma a partire da settembre, perché il progetto ha durata dodici mesi e così facendo andremo a coprire l’estate 2017. Nei prossimi giorni partiranno i voucher per la pulizia di alcuni stabili comunali e ad altre aree verdi.

Trasporto Pubblico Locale, cosa si sente di dire oggi?

Dovremo rimodulare il tutto anche per il trasporto scolastico, a breve saremo in grado di essere incisivi. Riorganizzeremo tutto.

Efficienza energetica promessa in campagna elettorale, per abbattere i costi, cosa si sente di poter dire oggi?

A breve firmeremo la convenzione del Progetto Elena, un piano di efficienza energetica per gli immobili di proprietà comunali, siglato peraltro nel Patto dei Sindaci.

Parlando di sanità locale non possiamo che vedere il Presidio Sanitario Territoriale San Giacomo di Torremaggiore, interamente ristrutturato ma senza dei servizi previsti dal protocollo di Intesa del 2011 firmato tra ASL FG e Comune di Torremaggiore. Cosa si sente di dire oggi?

Seguirà un mio incontro con gli operatori sanitari nei prossimi giorni per ascoltare il loro punto di vista. Dopo prenderemo una posizione su quali servizi occorrerà migliorare o fare qualunque altro genere di intervento.

Che appello vuole lanciare ai torremaggioresi?

Chiedo pazienza perché c’è dietro un grande lavoro di analisi e studio che giornalmente viene e verrà fatto per dare risposte efficaci nel minor tempo. Io sarò un Sindaco a tempo pieno e ci metto tutta la mia volontà ed il mio impegno in questo senso, a breve anche la Giunta mi darà supporto e potremo cominciare a correre. Io sto lavorando molto sulle relazioni esterne per accrescere il nostro modus operandi e amministrativo. Nel frattempo chiedo alla cittadinanza partecipazione e presenza ai consigli comunali e prometto un Palazzo di Città aperto per ascoltare le loro richieste ed un confronto civico e sereno sui contenuti. Sono il sindaco di tutti.

 

di Michele Antonucci
www.torremaggiore.com

Comments are closed.