Apricena, il 3 e 4 settembre una due giorni “alla corte di Federico II”

0

Apricena MedievaleAPRICENA – Rievocazioni, musica, danze, banchetti e animazione alla corte di Federico II. Sabato 3 e domenica 4 settembre Apricena si veste di Medioevo con la manifestazione “Apricena Medievale”, voluta dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con il Palazzo della Cultura. “Due giorni – spiega l’Assessore alla Cultura Anna Maria Torelli – in cui nella nostra Città si tornerà a vivere uno dei periodi più floridi della nostra storia, con interessanti spunti culturali”.

La manifestazione gode del patrocinio della Provincia di Foggia, del Parco Nazionale del Gargano e del Gal Daunia Rurale. “Proseguendo sulla scorta delle manifestazioni culturali sul Medioevo che abbiamo proposto negli anni scorsi – va avanti Torelli – quest’anno, con la collaborazione di tanti Concittadini, abbiamo voluto allestire una manifestazione che sapesse coniugare la Cultura a momenti di divertimento, con l’obiettivo primario di ricordare le nostre radici storiche”.

“Per la prima volta ad Apricena ci sarà un vero e proprio Palio delle Contrade, con rioni ben individuati. Sabato 3 settembre nel nostro Cento Storico, con spirito di divertimento, si sfideranno in giochi medievali i componenti delle Contrade di Castelpagano, San Giovanni in Piano e Tratturo Imperatore. A seguire l’appuntamento “A cena con l’imperatore”, in piazza Federico II, con tanti spettacoli caratteristici del Medioevo”.

“Domenica 4 settembre atri giochi medievali che culmineranno con la sfilata del Corteo Storico, che muoverà da Piazza Federico II per percorrere le strade di Apricena. Ringraziamo – spiega ancora Torelli – tutti coloro che hanno collaborato con noi per l’organizzazione di “Apricena Medievale”. Quest’anno avremo l’onore di ospitare il Centro Attività Culturali “Don Tommaso Leccisotti” e l’A.s.d. Culturale Arcieri Storici di Torremaggiore insieme all’Associazione “Aevum Medium” di San Nicandro Garganico. Centri culturali importanti di paesi limitrofi che con la loro presenza – conclude Torelli – testimoniano la valenza del nostro progetto”.

Comments are closed.