La Fondazione Banca del Monte dona circa 55.000 euro a UniFg

0

fondazionebancadelmontefoggiaLa Fondazione Banca del Monte di Foggia – Siniscalco Ceci ha reso nota l’entità degli interventi, economici e strutturali, in favore del sistema bibliotecario dell’Università di Foggia. Ed anche quest’anno si tratta di interventi molto significativi, senza i quali – questo va detto a beneficio della verità – l’approvvigionamento dei testi scientifici e dei dispositivi didattici dell’Ateneo rischierebbe di non essere così puntuale e specifico.

Due le destinazioni della generosa donazione di quest’anno. La prima (da 33.000 euro) in favore dei Servizi bibliotecari dell’Università di Foggia, per il potenziamento, l’aggiornamento e l’ammodernamento (attraverso l’acquisizione di e-book e banche dati) delle biblioteche di Ateneo: una forma di sostegno, quella individuata ormai da anni dalla Fondazione Banca del Monte di Foggia, che, anziché il finanziamento tout court destinato a progetti di ricerca, alimenta invece uno dei più grandi patrimoni di una Università: la sua biblioteca. La seconda donazione (da 21.689,67 euro), invece, è stata impegnata per l’acquisto degli armadi-librerie che serviranno ad ospitare gli 8.000 volumi donati dagli eredi del prof. Renzo Scarabello all’Università di Foggia e che, proprio grazie a questa donazione, verranno allocati presso il Dipartimento di Studi umanistici. Lettere, Beni culturali e Scienze della formazione. «Un gesto concreto, il nostro,– argomenta il prof. Saverio Russo, presidente della Fondazione Banca del Monte di Foggia e ordinario di Storia moderna al Dipartimento di Studi umanistici UniFg – che mette a disposizione, degli studenti e della città, tutta una biblioteca costruita, nel corso della sua vita, da Renzo Scarabello, che ricordo anche come vicepresidente dell’Organo di indirizzo della Fondazione. Lo ricordo, ancora, non solo come grande intellettuale ed esimio dantista, ma anche come un cittadino generoso, educatore appassionato, brillante conversatore, curioso del mondo, capace di usare, oltre alla letteratura, altre forme di espressione artistica (la chitarra e i cantautori erano l’altra sua, non nascosta, passione, accanto alla buona tavola). Insieme all’acquisto degli scaffali che consentiranno di rendere fruibile il fondo Scarabello, la Fondazione continua a finanziare il sistema bibliotecario di Ateneo, di cui auspichiamo la sempre più stretta integrazione con la biblioteca provinciale, per cui operiamo attivamente per un futuro non precario e non ridimensionato».

Gratitudine espressa dal Rettore dell’Università di Foggia prof. Maurizio Ricci, non solo per il gesto ma soprattutto per il senso dell’intervento della Fondazione Banca del Monte di Foggia. «Un gesto che ricorda nel migliore dei modi una grande personalità della cultura della Capitanata e di tutto il Mezzogiorno – dichiara il Rettore –. Nell’esprimere al prof. Saverio Russo, e a tutta la Fondazione Banca del Monte di Foggia, la nostra più sincera gratitudine, da parte mia personale e anche a nome della Comunità universitaria che rappresento, l’idea è quella, non appena avremo allestite le bacheche e inventariato i libri donati dagli eredi Scarabello, di organizzare una giornata commemorativa e delle visite guidate per spiegare anche alle scolaresche cosa si fa realmente in una biblioteca e soprattutto chi era il compianto prof. Renzo Scarabello: tra i più apprezzati dantisti d’Italia».

Comments are closed.