Il GAL “Serre Salentine” alla Borsa Internazionale del Turismo

0

Eventi-BIT-2015__def-01Il GAL “Serre Salentine”, per il quarto anno consecutivo, prende parte alla Borsa Internazionale del Turismo (BIT) di Milano. In programma dal 12 al 14 febbraio 2015, presso Rho Fiera, l’appuntamento ormai è una manifestazione di respiro internazionale che raccoglie intorno a sé gli operatori turistici di tutto il mondo, un numeroso pubblico di visitatori, appassionati di viaggi, televisioni e stampa. Da oltre trent’anni la BIT favorisce anche l’incontro tra esperti del settore e buyer accuratamente selezionati, provenienti da varie aree geografiche e settori merceologici.

Obiettivo prioritario della partecipazione del GAL è quello di promuovere la filiera integrata del turismo rurale, attraverso il coinvolgimento degli operatori turistici del comprensorio dei comuni di Alezio, Alliste, Casarano, Collepasso, Gallipoli, Galatone, Melissano, Matino, Neviano, Parabita, Racale, Sannicola, Taviano e Tuglie.
Il Gruppo di Azione Locale, quindi, si fa testimone di un patrimonio di inestimabile valore composto da chiese barocche, torri d’avvistamento, centri storici, agriturismi, musei e parchi archeologici. A questo, si legano anche i prodotti dell’artigianato e dell’enogastronomia tipica. Tutto ciò, rappresenta, quindi, una solida attrattiva rivolta ad un target turistico ben definito che ama luoghi autentici e tipici. La formula del “turismo rurale”, quindi, rappresenta un’offerta turistica integrata che dal turismo balneare, insediato lungo la costa, è capace di coinvolgere tutte le potenzialità del territorio, creando, così, ricadute positive sull’intera area.

“Anche quest’anno – afferma il Presidente del GAL, Francesco Pacellanon potevamo mancare a questo importante appuntamento fieristico per rafforzare ancora di più l’immagine delle Serre Salentine. Un territorio che fonde magistralmente l’artigianato, l’enogastronomia, gli eventi tradizionali e culturali, il patrimonio naturalistico, storico e architettonico. Attraverso la collaborazione con le aziende del territorio – continua il Presidente intendiamo promuovere l’offerta turistica integrata di quest’area di alto pregio, capace di offrire un pacchetto completo e variegato che sia un vero e proprio percorso visivo, sensoriale ed emozionale delle Serre Salentine. Inoltre, la nostra partecipazione prevede anche la presentazione degli strumenti innovativi e tecnologici per la promozione dell’offerta turistica. Con un’app per il turismo didattico e una piattaforma e-learning, cercheremo – conclude il Presidente del GAL, Francesco Pacella non solo di offrire dei servizi efficienti, ma anche di intercettare, in un mercato del turismo altamente concorrenziale e competitivo, nuovi operatori turistici stranieri”.

Infatti, sabato 14 febbraio 2015, alle ore 10.30, presso l’Area Conferenze dello Stand Regione Puglia della BIT di Milano, si svolge la conferenza organizzata dal GAL “Serre Salentine” dal titolo “L’innovazione nella promozione delle Serre Salentine”. Ad intervenire sono Francesco Pacella, Presidente GAL “Serre Salentine”; Alessia Ferreri, Direttore GAL “Serre Salentine”; Giancarlo Piccirillo, Direttore Generale Pugliapromozione; Stefania Mandurino, Pugliapromozione.

La promozione delle Serre Salentine punta, quindi, sull’innovazione. Attraverso una piattaforma e-learning, si dovrà espletare il servizio di promozione in favore di agenti di viaggio e operatori turistici stranieri, facendo conoscere nella sua interezza l’offerta del territorio; si dovrà attivare il servizio di “back office” e di “front office” per gli agenti di viaggio e operatori di settore.  Il sistema di apprendimento online fornisce agli operatori turistici stranieri conoscenze e nozioni necessarie per spingere una destinazione turistica e vendere con successo ai propri clienti i servizi che è in grado di offrire. In questo modo si realizza quella diffusione capillare e mirata di informazioni turistiche selezionate che, in sette casi su dieci, si traduce in un pacchetto vacanza e crea le premesse per un rapporto diretto e costante tra il territorio, le sue aziende e gli operatori turistici stranieri.

L’ App per il turismo didattico in lingua italiana e inglese, invece, fornirà sugli smartphone una guida geolocalizzata multimediale al fine di valorizzare il territorio con informazioni di carattere culturale, storico, sociale e di itinerari a fruizione didattica con particolare riferimento alla realtà rurale e alle sue principali valenze naturalistiche. L’applicazione, attraverso foto e video, permetterà di visualizzare sugli smartphone le informazioni di diversi Poi (Point of Interest) e anche di individuare esercizi commerciali dove acquistare prodotti e servizi forniti dagli operatori commerciali e turisti locali.

Comments are closed.