Dagli operatori: E’ lo stesso Stato che ci fa andare in CRISI !

0

spiaggia_castello_di_ManfredoniaSu tutto il territorio pugliese, ma soprattutto sul litorale sud di Manfredonia è iniziata la stagione turistica ed anche i rituali controlli da parte di Capitaneria di Porto, Comune, Asl, Ispettorato del Lavoro, Agenzia delle Entrate, Finanza e Siae.

Così ci risponde la gestione del Beach Club Ippocampo: “E’ impossibile sopportare questi continui controlli da parte dello Stato. Dalle nostre parti la stagione è purtroppo più breve che altrove, ma noi paghiamo le tasse ed lo stesso fitto del Demanio così come gli operatori salentini o di Forte dei Marmi. Ma loro riescono ad ammortizzare i costi con una stagione molto più lunga. Il problema vero adesso sono i continui controlli degli ultimi anni. E’ esasperante. Domenica 29, per esempio, è venuto un presunto ispettore della Siae. E’ arrivato in reception ha detto che era della Siae ed ha cominciato a verbalizzare. Secondo lui da un piccolo megafono c’era la radio in spiaggia. Eravamo in torto. Multa. Neanche si è presentato come pubblico ufficiale e, quindi, tesserino di riconoscimento e nome e cognome. Niente. Non ce la facciamo più. E siamo ancora a fine giugno…..”. Un altro operatore, che vuole rimanere anonimo per paura di ripercussioni burocratiche conferma che non se ne può più: “E’ indescrivibile lo sforzo che un imprenditore deve fare oggi per non affondare con la sua azienda. Eppure siamo noi piccole realtà che manteniamo in piedi l’Italia”.

Enzo Pece

Comments are closed.