Al via con l’obbligo di pneumatici invernali anche in Capitanata dal 15 novembre 2020 fino al 15 aprile 2021 : ecco le strade interessate e occhio alle multe!

0

L’Ente Provincia di Foggia comunica che il Dirigente del Settore Viabilità della Provincia, dott. Giovanni d’Attoli, con Ordinanza n. 21/2020, dispone l’obbligo per i veicoli a motore di munirsi e/o avere a bordo catene da neve o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio nel periodo 15 novembre 2020 – 15 aprile 2021.

SCARICA L’ELENCO IN PDF DELLE ARTERIE PROVINCIALI INTERESSATE DALL’ORDINANZA

Come ogni anno l’avvento della stagione invernale porta con se l’obbligo di adeguare le propria vettura alle mutate condizioni climatiche.


Cosa richiede la normativa ?
La normativa che introduce l’obbligo di montare gomme invernali sulle auto e sui mezzi pesanti è disciplinata dall’articolo 6 del Codice della Strada introdotto dalla legge n.120 del 29 luglio 2010, ma spetta agli enti che gestiscono le singole tratte decidere (mediante specifiche ordinanze) se imporre o meno l’obbligo, segnalato attraverso il Segnale di Catene da Neve Obbligatorie (a partire dal punto di impianto del segnale, parte l’obbligo di circolare con catene da neve o con pneumatici da neve).
In generale dal 15 novembre 2019 fino al 15 aprile 2020 vige l’obbligo di obbligo di essere “muniti ovvero di avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio“.
Secondo quanto riportato in una direttiva emanata dal Ministero dei Trasporti, è prevista una deroga che permette l’installazione da un mese prima dall’entrata in vigore dell’obbligo (quindi dal 15 ottobre) e la disinstallazione entro un mese dopo la conclusione (quindi il 15 maggio)

Per chi scatta l’obbligo dei pneumatici invernali?
Per i veicoli a quattro ruote, incluse le auto, i tir e i mezzi pesanti

Cosa accade se non mi adeguo ?

Chiunque, dal 15 novembre 2020, circolerà senza gomme termiche (o catene a bordo) sulle strade dove è previsto l’obbligo, potrebbe incappare in una sanzione amministrativa anche salata.

Nei centri abitati la sanzione minima è di 41 euro, fino ad arrivare a 168 euro (come previsto dall’art. 7 commi 1 lett. a) e 14 del Codice della strada).
Fuori dai centri abitati invece, su autostrada o strada extraurbana principale o assimilate, la multa minima è di 84 euro per arrivare fino a 335 euro (art. 6 commi 4 lett. e) e 14). In caso di accertamento delle suddette violazioni, viene intimato al conducente, ai sensi dell’articolo 192 commi 3 e 6, di fermarsi oppure di proseguire la marcia solo dopo aver dotato il veicolo di mezzi antisdrucciolevoli. Quando non viene rispettato l’ordine è prevista una sanzione pecuniaria di 84 euro e la decurtazione di 3 punti dalla patente di guida. In virtù di una mescola speciale, tasselli con incavi più profondi e lamelle poste sul battistrada che permettono una migliore aderenza al manto stradale (che si traduce in spazi di frenata ridotti ovvero in una maggiore sicurezza) . I vantaggi non terminano qui poichè permettono di ridurre il rumore dovuto all’attrito sull’asfalto e anche i consumi.

OCCHIO ALLE MULTE

Non rispettare l’obbligo di circolare con gomme termiche oppure con catene a bordo dal 15 novembre, sulle strade dove è previsto, comporta il rischio di dover pagare una sanzione amministrativa. Gli importi della multa possono variare da un minimo di 41 euro nei centri abitati, fino a 168 euro, come previsto dall’art. 7 e dall’art. 14 del Codice della Strada, e da un minimo di 84 euro, fino ad arrivare alla cifra di 335 euro, per quanto riguarda invece le zone al di fuori dei centri abitati, quindi le autostrade, le strade extraurbane principali o assimilate. Il conducente dell’auto sorpreso senza coperture invernali o senza catene da neve a bordo viene obbligato a fermarsi, secondo quanto prescritto dall’art. 192, oppure può proseguire la sua marcia solamente nel momento in cui ha dotato il mezzo dei dispositivi antisdrucciolevoli, previsti per la guida su strade gelate o innevate nella stagione invernale. Quando non viene rispettato l’ordine, oltre alla multa di 84 euro, è prevista anche la decurtazione di 3 punti dalla patente. L’agente può quindi imporre il fermo del veicolo finché non lo si mette in regola. E, in città, si potrebbe essere anche accusati di guida pericolosa, con altri 39 euro di sanzione e la decurtazione di 5 punti dalla patente.

TEST INDIPENDENTI SU PNEUS INVERNALI

Suggeriamo qualche test sugli pneumatici attualmente in commercio per poter essere maggiormente guidati nell’acquisto che i consumatori preferiscono ( a cura dell’Ente Svizzero TCS – Touring Club Svizzero ). Le discipline testate vengono priorizzate in base all’ordine seguente: prima la sicurezza, poi l’economia e infine l’ecologia. In genere i risultati sono applicabili anche alle dimensioni immediatamente precedenti e seguenti della stessa serie. Dato che requisiti e scala di valutazione vengono costantemente adattati, i voti possono differire da quelli ottenuti nei cicli di prova degli anni precedenti.

LEGGI I TEST QUI >>>

Comments are closed.