Mercato auto Italia a – 49,6% a maggio 2020. In provincia di Foggia immatricolate 259 vetture

0

Secondo i dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a maggio 2020 diminuiscono del 49,6 % le immatricolazioni di autovetture, a 99.711 unità rispetto alle 197.881 dello stesso mese dello scorso anno.

TOP 20 MERCATO ITALIA – LA PANDA RESTA LA REGINA, SEGUE VW T-ROC, LANCIA YPSILON, JEEP COMPASS E FIAT 500X

L’auto più venduta a maggio 2020 è stata la Fiat Panda, con 6.477 immatricolazioni, segue Vw T-Roc con 2.501 unità, Lancia Ypsilon con 2.437 unità, Jeep Compass con 2.336 unità, Fiat 500X con 2.333 unità, Dacia Duster con 2.271 unità, Citroen C3 con 2.269 unità, Renault Captur con 2.215 unità, Renault Clio con 2.118 unità, Jeep Renegade con 2.112 unità, Dacia Sandero con 2.088 unità, Opel Corsa con 1.876 unità, Ford Fiesta con 1.826 unità, Toyota Yaris con 1.798 unità, Fiat 500 3 porte con 1.790 unità, Peugeot 208 con 1.786 unità, Peugeot 2008 con 1.664 unità, Ford Puma con 1.600 unità, VW T-Cross con 1.575 unità e Fiat 500L con 1.574 vetture.

Ed in Provincia di Foggia? A MAGGIO 2020 NELLA TOP FIVE TRA I COSTRUTTORI IN CAPITANATA TROVIAMO: FIAT, FORD, TOYOTA, OPEL E DACIA

Analizzando i dati del mercato del nuovo elaborati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ne emerge in Provincia di Foggia questo scenario, con riferimento alle immatricolazioni a persone fisiche residenti : 259 vetture immatricolate di cui Alfa Romeo 7 vetture, Audi 5 vetture, BMW 6 vetture, Jeep con 12 vetture, Citroen con 10 vetture, Dacia con 13 vetture, DR 1 vettura, Fiat 60 vetture, Ford 18 vetture, Honda 1 vettura, Hyundai 6 vetture, Jaguar 0 vetture, Kia 3 vetture, Lancia 9 vetture, Land Rover 0 vetture, Mazda 3 vetture, Mercedes 10 vetture, Mini e Mitsubishi a 0 vetture, Nissan 5 vetture, Opel 14 vetture, Peugeot 11 vetture, Porsche 4 vetture, Renault 9 vetture, Seat 10 vetture,Skoda 3 vetture, Smart, Ssangyong, Tesla e Subaru 0 vetture, Suzuki 4 vetture, Toyota 16 vetture, VW 14 vetture, Volvo 2 vetture ed altre a quota 3.

Michele Antonucci

Comments are closed.